sabato 24 ottobre 2020

Ricordo di Leone Orioli



Leone Orioli
LI Btg. Bersaglieri A.U.C.
Nell'anniversario della sua ascesa in cielo 
tra gli eroi Italiani del Secondo Conflitto Mondiale




Nel silenzio, nella sofferenza, nell'amore per la Patria e per la Libertà, avete combattuto una guerra di Liberazione ed una guerra Civile, soli, contro tutto e contro tutti e avete vinto.
La Nazione dovrebbe onorare e ricordare ogni giorno il vostro sacrificio.

Per Te... 
nel giorno in cui sei salito in cielo, tra gli eroi di tutte le battaglie, ti dedichiamo il discorso che Abramo Lincoln fece il pomeriggio del 19 novembre 1863, durante la guerra di secessione americana, alla cerimonia di inaugurazione del cimitero militare di Gettysburg, 4 mesi e mezzo dopo la battaglia.


« Or sono sedici lustri e sette anni che i nostri avi costruirono su questo continente una nuova nazione, concepita nella Libertà e votata al principio che tutti gli uomini sono creati uguali. Adesso noi siamo impegnati in una grande guerra civile, la quale proverà se quella nazione, o ogni altra nazione, così concepita e così votata, possa a lungo perdurare.
Noi ci siamo raccolti su di un gran campo di battaglia di quella guerra. Noi siamo venuti a destinare una parte di quel campo a luogo di ultimo riposo per coloro che qui dettero la loro vita, perché quella nazione potesse vivere. È del tutto giusto e appropriato che noi compiamo quest'atto. Ma, in un senso più ampio, noi non possiamo inaugurare, non possiamo consacrare, non possiamo santificare questo suolo.
I coraggiosi uomini, vivi e morti, che qui combatterono, lo hanno consacrato, ben al di là del nostro piccolo potere di aggiungere o portar via alcunché. Il mondo noterà appena, né a lungo ricorderà ciò che qui diciamo, ma mai potrà dimenticare ciò che essi qui fecero. Sta a noi viventi, piuttosto, il votarci qui al lavoro incompiuto, finora così nobilmente portato avanti da coloro che qui combatterono.
Sta piuttosto a noi il votarci qui al grande compito che ci è dinnanzi: che da questi morti onorati ci venga un'accresciuta devozione a quella causa per la quale essi diedero, della devozione, l'ultima piena misura; che noi qui solennemente si prometta che questi morti non sono morti per nulla; che questa nazione, guidata da Dio, abbia una rinascita di libertà; e che l’idea di un governo del popolo, dal popolo, per il popolo, non abbia a perire dalla terra. »

Abramo Lincoln

Traduzione italiana del discorso riconosciuta dalla Biblioteca del Congresso di Washington.

Non ti abbiamo dimenticato Leone!


Nessun commento:

Posta un commento